Ho scritto di nuovo, ma oggi è un pomeriggio troppo rara, posso dire che ti amo, ma ti amo più di quanto possiate immaginare. Una settimana fa ti ho amato, ho pensato, mi chiedo, mi addolora sentire che non eravate vicino a me, ma eri, eri così lontano e ... tu eri in un altro, se, altrimenti, ora sei più lontano di quanto si può sento che è un lento, fresco e silenzioso che circonda i nostri cuori tormentarmi, non sapendo che mi hai lasciato, né mi sciolgo in lacrime, so capire questa realtà è nulla di insolito, forse la rarità deriva dal sapere che hai fatto francamente io non ti aspettavo, ma ancora una volta,

Non penso che tu sei diverso dagli altri. Sta per finire, come non sai che cosa hai costruito. E il tuo cuore non si sente il dramma di noi separatamente, perché sarete così felice, mi sono dimenticato come dimenticare un elemento caro a me penso di avere dimenticato, però, sanno anche che nei tempi a venire si ricordi di me pochi minuti e desiderosi di essere amati allo stesso modo che amo e perdere i miei baci ei miei abbracci, e troppo strana quella sera confuso, non stelle ma con amore e ricordare la tua promessa, le tue parole, i tuoi occhi e una penalità invaderà il sapere che non ha avuto ore non cumplido.Tu triste come il mio, perché mi amava profondamente come io ti amo, e le ore sono finiti, fanno sogni lontani, quel sorriso su di te questo ancora di più, Ora guardiamo la cosa da due lati opposti, e sollevare gli occhi e dite addio amore mio, sei così vicino a perdere, perdita, di perdere l'altro. Che si è conclusa, le nostre stelle smettere di ballare, smettere di volare i nostri uccelli, per asciugare la pozza di acqua che morirà questa pianta in fiore, tutti scaduti, e non sarà così triste perché non mi avrebbe fatto piacere ti ho amato.

L'amore lettera inviata dal Mejía Jhonnatan