Era novembre, 22, e un anno dispari nel calendario. Una notte di pioggia in cui la luna era giocare a nascondino e, a volte il vento che fischia per le strade con quasi erotico.

Nel momento in cui genitori e ragazzi nascono non hanno mentito 800 persone e 9.000 watt, il nero dei tuoi occhi è attraversato con il verde della mia. La timidezza che accompagna sempre mi devo dimenticare questa volta nel fondo del bicchiere quinto o il quarto di whiskey a buon mercato e, senza nemmeno pensarci, i miei piedi si diresse verso di voi. Le prime parole, due baci sulle guance e fra noi, un dolce incontro di sorrisi.

La musica è sceso il silenzio, rotto solo dal clamore di chi non vuole finire la notte. Abbiamo lasciato il club con il nome che diventano mare. "Dove abiti?" Mi ha chiesto: "Dove abiti?", Risposi. Che risposta è stata che? Per la prima volta nella mia vita sono stato quello che mi importava meno e non ha nemmeno provato a stupire con queste verità assenze innocenti in volta prende sempre cura di ammettere per nostro conto. "Io vivo due isolati." "Ti accompagno, perché è successo qualcosa".

Camminare a piedi in ritardo con tratto pieno finta che viaggio poco. Ho accusato una stanchezza glitch, mentre tu, invece, godevano di una energia improprio alba di sette anni e ancora voglia di saltare si stava tentando di evitare le pozzanghere che stavamo incontrando. Come un bambino nella tua mente così donna matura e adolescenti nel vostro corpo.

E all'improvviso ci si ferma, il numero due. Due che erano tre, voi, il vostro sito web e da me. Il cielo ha cominciato a cadere qualche goccia di pioggia e sontuoso che, impedendo mi bagnato nella lunga strada verso casa mia che mi aspettava, mi ha invitato in su.

Quarantadue scale al secondo piano con ascensore non si utilizza mai. Lei davanti, ti ho seguito. Porta a sinistra, è entrato. Il tuo compagni di stanza stavano dormendo e che vivono lontano dalle loro camere non era permesso di essere complici di questo dolce follia che sembrava non essere a conoscenza.

Mi hai fatto conoscere alcuni dei tuoi segreti e quasi tutti i tuoi sogni mentre un vecchio televisore senza audio prima comunicazione le notizie del mattino. Resti di queste storie e sapevo, ma tu, del tutto sconosciuto. Né l'altezza di puro egoismo, così lontano da te, si potrebbe immaginare che per un anno, tra le 120 persone che condividono senza rozarnos aula, io non ti guardo e scoprire tutto ciò che la distanza mi ha permesso. E così, ho giocato con voi, nel senso più innocente del primo verbo coniugazione. "Sicuramente sei andato ad una di queste scuole di suore e uniforme." Quello era, avevo sentito un giorno, con i tuoi amici, ricordando i giorni della tua infanzia. "Certo che sarà della classe siede sempre nello stesso posto". Quello era un diritto o due a sinistra sullo stesso asse al centro della terza fila. "Sicuramente ..."

Abbiamo parlato fino a quando gli occhi aperti non si sopporta più, il piccolo ago di un orologio con numeri romani toccato la penultima lettera dell'alfabeto. Nelle finestre rotto brillantemente gocce di pioggia, di nuovo lei. E così ho invitata a dormire in una stanza vuota per essere rinominato come 'ospiti inattesi speciale'. Solo quattro metri separati da noi eterna. Non avrei mai immaginato di passare la notte a casa tua, bugiardi aveva, ma ...

Mi sono svegliato. Un altro mi ha detto che l'orologio era solo tre ore di sonno. Mi sono alzato e vestito, mi sono seduto sul letto, ho pensato. Sono entrato nella tua stanza per dirti che me ne stavo andando, come mi era stato chiesto di fare la sera prima sarebbe più esatto dire quella mattina, ma la prospettiva delle giornate tranquille ci fa spezzare la loro volontà. Ho guardato alcuni secondi durante il sonno, così tranquillo, così tranquillo, così fragile ... mi dispiace svegliarti. Ho dovuto farlo, hai aperto il tuo begli occhi neri e mi ha dato una mattinata timido sorriso buono.

Ho fatto un metro foro sul vostro riposo e siamo andati di nuovo per aprire la nostra vita e segreti. I metri prima era diventato pollici, anche se questa volta abbiamo anche separato foglio e una coperta che ha rubato il freddo inverno. Col senno di poi mi chiedo come non ho provato nulla, se fossi morto con la speranza, forse era perché sapevo che non sei la donna una notte e io non sono un uomo un giorno. Altrettanto bene.

E da lì, incontri sotto qualsiasi pretesto, una giacca dimenticata, alcune note che non aveva bisogno di ... verde è diventato una necessità.

Un week-end acquedotto, miei compagni di stanza lasciato il nostro rifugio vuoto di studenti. Approfittando della solitudine, io vi invito a vedere il vostro film preferito paura, anche se non lo vediamo. Addio vergogna. "Da qualche tempo si occupano ognuno dei miei pensieri." La più bella dei tuoi sorrisi, un bacio ... la notte più bella della mia vita.

E allora che. Preferisco non ricordare. Posso solo dirvi ancora una volta, come, davvero, mi dispiace.

Sono passati tre mesi e dodici anni bisestili intero. E ora ci incontriamo in un potere di nuova costruzione e di mantenere i segreti, ma da centinaia, compreso il nostro. Mi è stato detto che un'altra persona parti con voi le calde notti di freddo, ma quando tu mi guardi, e non vedo, vedo ancora senso nei tuoi occhi. Mi sbaglio?

"Non credo che qualcuno sente il mio modo di fare ora."

E così con queste parole della canzone un giorno diventare il nostro sole spento, finisco questa lettera sa nemmeno se si tratta di amore , di nostalgia o di nuvole aria di pretese per una seconda possibilità. Tutto quello che so è che, dopo tutto ... Non riesco a smettere di pensare a te.

Grazie al bianco Cid inviarcelo e condividere il loro amore

Lettere leggere