Anche se si va, io continuerò a guardare, mare evocano gli occhi, un bambino decide il vostro nome, qualcuno dirà che ha visto voi, e nella mia solitudine, andare sulle spiagge in cui si voleva, mai dimenticare che ha baciato acque, Ricordo sempre che passavano di li.
Anche se si va, ci si può comunque me, tornerò a luoghi che stare insieme, per respirare l'aria si lascia perdere, dove le onde hanno la forza di amore e rocce ricordare la durezza di un addio.
Anche se si va, mi sento dentro, un seme incastrato tra la spiaggia e il cielo, e ora corre e ride, abbracci e baci, come se l'avete fatto. Sarete nella mia memoria per sempre, come ogni Venerdì su una piattaforma della stazione. Non stavo cercando il tuo scolaro uniforme blu.
Chi potrebbe meglio decorare un tramonto che riflette la vostra tenerezza in un cielo di neon? Né il tempo che ho dimenticato, né la distanza si uccise perché sei il cielo che non ho toccato. Devi solo capita di voi e mi voleva a voi, perché nessuno mi ha dato più di te.
Ora che te ne sei andato, io vivrò, mi recitare versi per i bambini e gli adolescenti, e sogno che sono ancora vivi, che la felicità li attende fuori. Ora che non vedo più, il cielo si oscura, le onde languono, e il mio cuore si spegne.
Alfonso
Noi ringraziamo Alfonso per questa bella carta.